Yura Corporation, partner di Hyundai e KIA, guarda all’Albania

Yura Corporation presenta un business plan alle autorità albanesi, un contratto da un euro a Fier. L’industria automobilistica, sia in processi semplici o complessi, genera un impiego considerevole. I paesi della regione ne sono consapevoli e soprattutto dominano la Serbia, che è diventata un paese importante per la creazione di questa industria. Favorisce molta sicurezza politica, il suo passato in quest’area, ma soprattutto, un sistema fiscale che nel 2009 è stato molto incoraggiante per gli investitori. Ma sembra che ci siano alcune opportunità per l’Albania di emergere all’orizzonte per lo sviluppo di questa industria automobilistica per processi elementari. Nelle condizioni in cui oggi ci sono due aziende che hanno generato un notevole impiego e piani di sviluppo, sia PSZ Albania che Forschner Albania, entrambe tedesche, il mercato è emerso anche da altre società. Fonti vicine all’ Investment Development Agency Albanese ha detto che il “Monitor” che almeno due società estere che stanno cercando di entrare nel mercato albanese che rientrano in questo tipo di attività. E mentre uno di loro, i dati sono riservati, perché i colloqui sono in anticipo per la seconda società, hanno fasi avanzate, anche indicativamente prevista la parte in cui operano fabbriche. Si tratta della società coreana Yura Corporation, che ha presentato un piano aziendale, promettendo un investimento sostanziale, nonché l’occupazione a livelli soddisfacenti almeno inizialmente. Fonti vicine all’Aida hanno detto che la società non è nuova, opera in molti paesi del mondo, a partire da Asia, Africa ed Europa. Nello specifico la sua fabbrica opera in Cina, Corea, Marocco, Vietnam, Tunisia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Contratto di 1 euro per Yura Corporation La compagnia coreana sembra avere un chiaro orientamento che la sua attività sarà in Albania. Produrrà soluzioni di cavi per diversi modelli di auto di marca Hyundai, KIA o Daimler. Dato l’investimento, ma anche il numero di nuovi posti di lavoro creati, la compagnia è stata in trattative per approfittare dell’opzione contrattuale con 1 euro per 20 anni, una pratica nota per gli investimenti non solo di questa natura. La società ha richiesto un ambiente che soddisfa le sue esigenze nella misura in cui essi devono avere le linee di produzione e l’opzione in discussione è la base dei tubi, una società di proprietà dello Stato di produzione ed estrazione di petrolio Albpetrol situato alla periferia di Fier, quando va a Vlora. Quattro fabbriche in Serbia come “attirate” dal sistema fiscale Yura Corporation nel 2009 “busserà” in Serbia per la sua espansione, poiché c’erano già 5 stabilimenti in Slovacchia. Nel marzo 2010, in seguito a un’indagine di mercato e alla raccolta di dati, la società si troverebbe in Serbia per iniziare la propria attività. Tutto sarebbe finito a prua di pochi mesi. Un mese e mezzo, la società avrebbe dovuto acquistare la proprietà, 2 mesi per ricostruirla, e alla fine di giugno iniziò una produzione massiccia. Dato il vantaggio di espandere questa attività, la Serbia non ha spronato la politica, e in quel momento, il Ministero dell’Economia e l’agenzia degli investitori dedicata avrebbero fornito un sussidio nazionale di 4,5 milioni di euro, da utilizzare per un importo di 4500 euro. è andato alla società per ogni dipendente. In totale, 1mila impiegati solo nella sua compagnia a Raca, D’altra parte, il governo stesso fornirebbe formazione a persone che erano impiegate con almeno 700 mila euro. Risolto un anno dopo, nel giugno 2011, la Yura Corporation apriva la seconda fabbrica a Nis. A quel tempo, il Ministero dell’Economia e dello Sviluppo Regionale in Serbia avrebbe dichiarato che il valore dell’investimento era di $ 15 milioni. La società impiegherebbe 1500 lavoratori e il governo aveva previsto 10,5 milioni di euro come fondo di sussidi, dove per ogni nuovo lavoro l’azienda ottiene 7.000 euro dal bilancio dello Stato. A quel tempo, la testa di YURAS in Serbia, De Jel Om, affermare che Yura a Nis sarebbe center aziendali in tutta Europa. E questo si è concretizzato con una seconda fabbrica a Nis poco dopo. Nel 2016, la società aprirà un’altra fabbrica a Leskovac, dove produce cavi elettrici. In questa stessa città operano oggi altre compagnie con lo stesso profilo, come la greca Autostop e la britannica Delphi. Nell’ottobre 2017, il sindaco di Lsekovac ha annunciato che Yura prevede di aprire altre due fabbriche nell’area con un investimento complessivo di 35 milioni di euro. La quota di 20 milioni di euro sarà investita in un nuovo impianto che si concluderà secondo le previsioni nel maggio di quest’anno, più 15 milioni di euro nel resto. Si prevede che entrambe le fabbriche abbiano processi più complessi e impiegheranno complessivamente 1000 nuovi dipendenti nel loro insieme. Yura Corporation è stato il 14 ° più grande esportatore in Serbia secondo i 9 mesi del 2017.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni e delocalizzazioni in Albania non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network

http://www.italian-network.net

https://albaniainvestimenti.com/

FaceBook: Italian.Network

LinkedIn: italian-network

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...