Le prospettive economiche dell’Albania per gli investitori esteri

Il governo albanese ha chiaramente indicato dove intende orientare gli investimenti provenienti dall’estero e quali sono i principali progetti. Il Ministro per le Infrastrutture e l’Energia Damian Gjiknuri durante il forum Albania-Italia, dove erano presenti 200 imprenditori italiani, si è distinto sotto vari aspetti. In primo luogo, secondo lui gli investimenti nelle infrastrutture stradali. Attualmente, l’investimento in questo settore viene fatto dal bilancio dello Stato, ma il ministero ha anche annunciato due schemi in cui il settore privato svolge un ruolo importante e verrà attuato nel modo seguente. Concentrandosi sul partenariato pubblico-privato, Gjiknuri ha sottolineato che il governo albanese ha avviato un ambizioso progetto per assorbire il capitale privato nella costruzione di opere infrastrutturali.

“Lo stato si assumerà il rischio di un finanziamento con quello che viene chiamato un pagamento valido per un periodo di lungo termine. O la seconda variante, in quelle strade in cui stiamo facendo studi di fattibilità che vengono pagati. Anche qui prevediamo di includere il capitale privato ed è naturale che le aziende italiane abbiano una buona esperienza nei loro paesi. È normale essere parte di queste procedure in Albania “,

ha continuato Gjiknuri.

Ha portato all’attenzione alcuni dei modi con il sistema di pagamento.

“È la creazione di un nuovo asse stradale da Kashari a Rrogozhina, per evitare parte del traffico di Durazzo. Questa sarà una strada finanziata privatamente e finanziata privatamente, in cui lo stato riceverà un minimo di garanzia sul traffico, il che significa un valore che non influisce pesantemente su di noi. Allo stesso tempo, dà per i primi momenti la sicurezza dell’investimento privato, ma il rischio dovrebbe essere preso principalmente dall’investitore privato “,

ha sottolineato.

Deplezione del porto di Durazzo e gassificazione.

Il governo dovrebbe aprire molto presto le procedure necessarie che porteranno al progetto concreto di approfondimento del porto di Durazzo. Questa misura è stata a lungo richiesta dalle imprese, in particolare dall’esportatore di cemento, il che sottolinea che le navi con tonnellaggio elevato hanno un problema e che l’approfondimento risolverebbe questa situazione. Un investimento atteso, ha detto il ministro, è al porto di Durazzo, l’approfondimento del porto di Durazzo, dove anche le compagnie italiane avranno interesse. Secondo lui, vale circa 10 milioni di euro per approfondire il porto in modo che il porto aumenti le sue capacità di elaborazione. Il ministro ha dichiarato di collaborare anche con diverse aziende statali italiane, citando SNAM, una delle più grandi compagnie di gas in Europa. “Abbiamo una partnership avanzata in termini di gassificazione in futuro. E qui stiamo finendo un processo per la creazione di una joint venture che fornirà servizi TAP, ma in seguito diventerà anche un edificio in cui possiamo fare affidamento sullo sviluppo del settore del gas “, ha detto Gjiknuri . Inoltre, il ministro Gjiknuri ha affermato che nel settore delle infrastrutture energetiche, in particolare nelle linee di trasmissione, avvierà presto un grande progetto, che verrà bandito quest’anno, il collegamento dell’Albania con la Macedonia.

“Ciò significa che tutti gli investimenti nel campo delle fonti energetiche rinnovabili e la tendenza a creare una piattaforma di gestione energetica con interconnessioni regionali sono possibili e facilitano l’esportazione o l’importazione di energia in esso tutte le circostanze”

ha detto il ministro Gjiknuri.

Ferrovie e porti 

Concentrandosi sugli investimenti previsti nel settore ferroviario, il ministro ha sottolineato che Gjiknuri quest’anno inizierà le procedure per la costruzione e la riabilitazione della linea ferroviaria Tirana-Durazzo, così come la costruzione di una nuova linea che collega l’aeroporto di Tirana al centro di Tirana.

“Stiamo anche sviluppando una collaborazione con le ferrovie statali italiane per ottenere informazioni, sia in termini di sviluppo del mercato che dell’intero settore ferroviario. È un settore che è rimasto indietro, ma va detto che l’interesse sarà sempre in aumento, soprattutto in termini di beni”

Gjiknuri ha detto, e ha sottolineato che i finanziamenti siano prese dal alcune istituzioni dell’UE per completare i loro rispettivi studi sulla connessione di rete ferroviaria, soprattutto per le merci, l’Albania e la Grecia e la Macedonia.

“Il governo albanese non è rigido a questo riguardo, nonostante la partnership pubblica privata generi sempre sensibilità politiche, ma per noi non c’è altro modo perché lo stato ha opportunità limitate. L’Albania non è ancora un membro dell’Unione Europea, che potrebbero beneficiare enormemente da fondi comunitari integrati e PPP e l’interesse delle aziende private è visto come l’unica soluzione”,

ha detto Gjiknuri.

Concentrandosi sui porti Gjiknuri ha sottolineato che c’è un crescente interesse da parte delle compagnie di crociera.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni e delocalizzazioni in Albania non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network

http://www.italian-network.net

https://albaniainvestimenti.com/

FaceBook: Italian.Network

LinkedIn: italian-network

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...