BoA: aumento della domanda di privati per mutuo per la casa, condizioni di prestito agevolate, interessi al ribasso

Il credito alle famiglie è cresciuto a tassi simili nel primo trimestre dell’anno, gli esperti della Banca d’Albania hanno evidenziato un’analisi dell’andamento del credito dell’economia nel secondo trimestre. I suoi alti tassi sostenuti sono stati sostenuti dall’allentamento degli standard di prestito da parte delle banche, nonché dalla crescente domanda di prestiti alle famiglie. Durante questo trimestre, i tassi di prestito in lek e in euro per le famiglie sono rimasti sostanzialmente invariati rispetto al primo trimestre. Gran parte dei termini di prestito per gli individui sono in via di allentamento. Per il terzo trimestre del 2018, le banche si aspettano che gli standard di prestito e la domanda di prestiti da parte dei privati ​​rimangano invariati rispetto al secondo trimestre. Il credito alle famiglie ha mostrato una crescita annua dell’8% circa nel secondo trimestre, simile a quella del primo trimestre. Questa crescita è stata sostenuta dall’allentamento degli standard di prestito, nonché da una crescente domanda di finanziamenti alle banche da parte delle famiglie anche in questo trimestre. Per quanto riguarda GDp, i prestiti alle famiglie sono rimasti quasi al livello del primo trimestre al 12,1%. lo stesso è accaduto a giugno 2017, a conferma del fatto che l’andamento dei prestiti alle famiglie è in linea con gli sviluppi economici positivi. I prestiti denominati alle famiglie hanno mantenuto gli stessi elevati tassi di crescita, come nel primo trimestre, di circa il 10%. la crescita trimestrale dei prestiti ai privati ​​è ampiamente supportato dalla crescita del portafoglio crediti in lek 3,6 miliardi relativi al credito al consumo, così come quello per l’appartamento. Nel frattempo, nel secondo trimestre del 2018, anche se i prestiti in valuta estera sono cresciute del 1,5 miliardi, il tasso di crescita di questo portafoglio ha rallentato al 4,2%. Secondo lo scopo dell’uso, si nota che il prestito alle famiglie nel secondo trimestre è in gran parte sostenuto da prestiti per la casa. Questo prestito è cresciuto del 6,5% su base annua, contro il 6,2% del primo trimestre. Bassi tassi di interesse, condizioni attenuanti e migliori condizioni di reddito e del mercato del lavoro sono i principali fattori a sostegno della crescita di questo portafoglio. Il credito al consumo continua a crescere a tassi elevati, del 11,2%, anche se questo tasso è leggermente inferiore a quello registrato nel primo trimestre del 12,3%. Nel frattempo, la crescita trimestrale di questo portafoglio è stata simile a quella del primo trimestre, circa TUTTI 2 miliardi. In questo trimestre, le banche hanno mantenuto invariati gli standard di prestito per questo segmento, mentre la domanda da parte di privati ​​è rimasta invariata. Alla fine del secondo trimestre, conti di credito al consumo per il 31,6% dei prestiti ai privati, con un aumento di 1,6 punti percentuali rispetto a un anno fa.

Interessi in discesa

I tassi di interesse sui nuovi prestiti Lek ai privati ​​sono leggermente diminuiti nel secondo trimestre, in seguito alla tendenza al ribasso dell’anno precedente. L’interesse medio sui prestiti alle persone negli ultimi due quarti (7% e 6,9%) sono ai livelli minimi e 0,2 punti percentuali in meno rispetto alla media dell’ultimo anno. Secondo il caso d’impiego in questo trimestre ha registrato una lieve diminuzione dei tassi per i prestiti al consumo, al 7,5% dal 8,0% del primo trimestre e del 7,9% l’anno scorso. I tassi di interesse sui mutui non sono cambiati rispetto al trimestre precedente, del 3,8%, ma sono leggermente inferiori all’anno precedente. Il tasso di interesse medio sui prestiti denominati in euro alle persone fisiche è risultato del 3,5% nel trimestre, continuando a seguire la traiettoria discendente rispetto all’anno scorso. Rispetto alla media registrata nel 2017, è inferiore. Secondo lo scopo di utilizzo, questo trimestre sono diminuite come gli interessi sui prestiti al consumo (al 4,9%, dal 5,0% nel primo trimestre), così come i prestiti ipotecari (al 2,9%, dal 3,1%). Nel corso di questo trimestre, come nel primo trimestre, ha registrato un significativo aumento dei tassi di interesse sui prestiti in conto corrente di 9,9%, circa 2,0 punti percentuali in più rispetto a un anno fa. Nel secondo trimestre, le banche continuano ad attenuare gli standard di prestito per gli individui. Questo rilievo è stato espresso nel ridurre le richieste di garanzie per i prestiti concessi in questo trimestre. Nel frattempo, le banche hanno lasciato invariati altre condizioni, come la dimensione e la durata della scadenza del prestito.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, contabilità, tassazione, diritto del lavoro, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network
http://www.italian-network.net
https://albaniainvestimenti.com/
FaceBook: Italian.Network

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...