2018-2021, l’economia crescerà del 4.3-4.5% annuo, le concessioni di priorità di investimento sulle strade

2018-2021, l’economia crescerà del 4.3-4.5% annuo, le concessioni di priorità di investimento sulle strade. L’economia del paese crescerà ai tassi 4.3, 4.4 e 4.5% nel periodo 2019-2021, secondo le proiezioni del governo nel budget a medio termine.
Nello specifico, la crescita economica dovrebbe essere del 4,3% nel 2019 dal 3,8% nel 2017 e dal 4,2% nel 2018. Anche nei prossimi due anni, nel 2020 e nel 2021, si prevede che continuerà ad aumentare marginalmente di circa 0,1 punti percentuali ogni anno, rispettivamente al 4,4% nel 2020 e al 4,5% nel 2021.
 Investimenti, priorità del PPP in strada
Per gli investimenti pubblici mirati ritenzione rapporto tra il 5% del PIL sarà incanalata in settori chiave per lo sviluppo economico e sociale, come ad esempio: – nazionale infrastrutture stradali finanziamento del bilancio concentrarsi sul completamento degli importanti assi nazionali: Thumanë-Vora-Kashar , Kashar-Rrogozhinë, Milot-Balldren, Orikum-Dukat e Kardhiq-Delvinë; così come bypass di Fier e Vlora per l’importo totale di tutti i 75 miliardi per il periodo 2019-2021. Nel settore idrico, al fine di aumentare l’accesso della popolazione ai servizi di qualità di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari attraverso il finanziamento di progetti idrici e sanitari per il periodo 2019-2021, con un valore complessivo di 32 miliardi. Il settore idrico, supportato dal modello di finanziamento adottato nel 2018, prevede un aumento annuale degli investimenti, con una media di TUTTI 4.3 miliardi all’anno nel periodo 2019-2021, e prevede un sistema di sovvenzioni basato sulle prestazioni per aumentare la responsabilità e la copertura dei costi dei servizi idrici.
Consumo, incitamento a esportazioni e servizi
A medio termine, ci si attende che la crescita sia generata principalmente dalla domanda interna, sia dai consumi privati sia dagli investimenti. Le esportazioni di servizi, in particolare i servizi turistici, si prevede anche di continuare la positiva performance nel medio termine e sarà un elemento chiave per compensare il contributo negativo è venuto da un aumento delle importazioni. Il consumo privato dovrebbe essere guidato principalmente dal miglioramento della fiducia dei consumatori e dal miglioramento del mercato del lavoro. Nel frattempo, l’indebitamento per il consumo è destinato a incoraggiare le migliorando le condizioni finanziarie degli individui, così come l’allentamento previsto di standard di prestito da parte del sistema bancario. Il consumo finale finale a medio termine (2019-2021) è previsto in crescita in termini reali di circa il 3,1% all’anno, con un rallentamento del rallentamento nel 2020 e nel 2021, con una media di circa 2,7 punti percentuali all’anno per la crescita del PIL. In linea con le previsioni di crescita a medio termine, l’occupazione dovrebbe crescere in media del 2,5% circa all’anno negli anni 2019-2021. Il più alto tasso di partecipazione alla forza lavoro sarà il principale generatore di crescita dell’offerta di lavoro. Si prevede che gli investimenti totali nell’economia cresceranno in termini reali in media del 5,3% annuo, con una leggera accelerazione nel 2020 e nel 2021, con un contributo medio alla crescita totale di circa 1,5 punti percentuali l’anno. Dal punto di vista dell’offerta aggregata, si prevede che tutti i settori chiave continueranno a crescere più o meno con la stessa tendenza della loro media storica. Tuttavia, a causa del loro peso sulla struttura aggregata dell’offerta, i servizi dovrebbero contribuire più di altri settori alla crescita del PIL. – La politica di bilancio per il medio termine 2019-2021 mira a un disavanzo fiscale generale dell’1,7% del PIL per il 2019, dal 2,0% programmato per il 2018; livello dell’1,2% del PIL entro il 2020; e 0,5% nel 2021. – Questo consolidamento fiscale mira a mantenere il livello del debito pubblico in rapporto al PIL continuando la sicura traiettoria discendente lanciata dal 2016. Il debito pubblico dovrebbe scendere di circa il 66,4% del PIL nel 2019, 63,5% nel 2020 e oltre al 59,9% nel 2021. – si rivolge contemporaneamente in modo continuo un saldo positivo primario e l’aumento degli anni 2019-2021, rispettivamente, 1,0% 2.019 0,6% di n-mirata di bilancio 2018; 1,5% entro il 2020; e il 2,2% nel 2021.
Politica fiscale, seguiranno le eccezioni
Le politiche fiscali nei prossimi anni continueranno a sostenere i settori dell’imprenditoria e della crescita strategica. L’iniziativa del governo di aumentare il limite per l’applicazione dell’imposta profitto da 8-14.000.000 fatturato annuo, la riduzione del carico fiscale per oltre il 91% delle imprese del 0% o 5%. Questa politica mira a creare maggiori incentivi affinché le piccole e medie imprese possano crescere e creare più occupazione. Oltre all’aliquota IVA ridotta per le attività turistiche alberghiere del 6%, in questo ciclo triennale iniziamo a promuovere l’agriturismo, applicando una tassa di profitto del 5% e l’IVA del 6% per i servizi di alloggio, come anche l’esclusione dalla tassa sull’impatto dell’infrastruttura per gli sviluppi dell’agro-sviluppo. Ministero della Finca ha sostenuto che tali misure sono volte non solo promuovere il turismo, ma anche l’agricoltura, che rimane un altro settore prioritario per questo ciclo di tre anni, le società cooperazione agricola andrà a beneficio del rimborso IVA al 20%, in quanto gli agricoltori , senza restrizioni sul fatturato annuo, mentre è soggetto a riduzione del profitto fiscale dal 15% al 5%. Questa politica di tre anni volto a promuovere la crescita economica e lo sviluppo sostenibile attraverso nuovo quadro giuridico per la promozione degli investimenti strategici in aree di sviluppo economico e tecnologico e la legge sul turismo; che mirano ad assorbire tecnologia straniera e investimenti stranieri. Allo stesso tempo, migliorare il clima imprenditoriale e la deregolamentazione facilitare l’accesso ai servizi pubblici in modo tempestivo ed economico: piattaforma unificata di governo albanese sta ampliando per includere doganale, National Business Center, l’ispettorato del lavoro e una serie di altre istituzioni stato.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, contabilità, tassazione, diritto del lavoro, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network
http://www.italian-network.net
https://albaniainvestimenti.com/
FaceBook: Italian.Network

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...